metti un pesce con delle idee bislacche…

ecco, sei nella rete con lui

Archive for gennaio 2013

Terremoto

Posted by pedjolo su 26 gennaio 2013

terremoto è uno stato di cose, è uno stile di vita, è la linea da seguire. massacratemi e fatemi sanguinare, con una foto. tenetemi sveglio nel cuore della notte, con le orbite ormai troppo piccole per i miei stanchi e tristi occhi.

voglio il mio spazio, voglio aggrapparmi e salire su, verso un livello più alto e migliore. ti ho visto, so chi sei, tu che ora sei quello che mi ha portato via il mio cielo, che hai commesso un’ingiustizia vigliacca. ti ho visto, so chi sei, tu che dovrei odiare e che spero solo possa rendere quel cielo luminoso. il mio forse tornerà, molto più verosimilmente avrà altre tonalità.

le lacrime amare ormai sono pronte, quelle in prima fila aspettano soltanto lo sparo della pistola caricata a colpi di emotività. poi sarà un’emorragia, un fiume d’acqua salata, salatissima, pronto a partorire tanti rigagni sull’irregolarità del volto che convergeranno verso un nuovo punto d’unione, prima del salto e del distacco.

ho capito che devo provare, scrivere e provare, esercitarmi e scrivere, provare ed esercitarmi. tra l’amore fresco, l’amore passato e l’amore grondante dolore, queste sono le notturne riflessioni di un cuore più che infranto, terremotato. la gola, le vie respiratorie, sono loro le portatrici silenziose dell’angoscia, del panico, del terreno che diventa friabile.

ma almeno so, conosco un nuovo aspetto e ne prendo piena consapevolezza. devo sbagliare, lo preferisco nettamente, e devo farlo toccando con mano: preferisco annoiarmi per una nuova, inesplorata meta, piuttosto che restare con angosce e rimpianti per non aver tentato

Posted in riflessioni, scrivere | 3 Comments »

Venti tredici

Posted by pedjolo su 23 gennaio 2013

Buoni propositi per l’anno quasi nuovo:

– lavorare a 800 euro al mese part time

– ricevere il contributo “Giovani sì” dalla Regione Toscana per prendere casa in affitto

– trovare coinquilino/a/i/e con cui (con)dividere il tutto

– andare a Firenze a riprendere in mano il percorso universitario e scrivere la tesi

– recuperare il mio pc e dare una veste accettabile a questo scalcinato blog

– smetterla con le montagne russe e trovare una stabilità interiore!

Fatto questo, posso anche dedicarmi alla messa in sicurezza del mondo…

Posted in riflessioni, voltapagina | Leave a Comment »