metti un pesce con delle idee bislacche…

ecco, sei nella rete con lui

I capponi di Renzo

Posted by pedjolo su 11 marzo 2012

Grazie a Paolo di ambientesulweb.wordpress.com mi sono letto ciò che ha scritto Saviano sulle possibili, cioè probabili, cioè sicure, infiltrazioni mafiose che interesseranno la TAV Torino – Lione. Cioè, in realtà non mi sono letto proprio tutto perché la mia attenzione è stata catturata dai commenti a quell’articolo…

Saviano fa schifo

Saviano non parla dei massoni

Avete scoperto l’acqua calda

È un predicatore che schifo con tutto il cuore

Lui è parte del problema

Un bischero o semplicemente uno un po’ disattento può stupirsi o non credere a quanto scritto. Invece, chiunque sia un minimo informato e tenga gli occhi aperti, arriva a fare questa associazione di fenomeni. Lasciamo da parte i facili commenti “si sa”, “è così”, “sai che novità…” e simili. Pensiamo piuttosto a smettere di poltrire. Ma quanto potrà mai volerci? Sveglia! Dipende solo da noi, intendendo con NOI la moltitudine, la maggioranza, o – più romanticamente – il popolo; dipende da noi in tutti quei gesti che facciamo ogni giorno e che danno credito e forza a quella che potremmo chiamare casta, impero, fortino, potere forte… Diamole l’appellativo che vogliamo, resta banalmente una forma di ingiustizia oligarchica che pochi vogliono per forza imporre ai più. E chi non la dovesse volere, deve attivarsi, ha il diritto e l’obbligo morale di inquadrare il fine da raggiungere ed elaborare i mezzi più efficaci – e nonviolenti – per conseguirlo.L’obiettivo finale, ad esempio con la faccenda vergognosa della TAV, è ottenere un referendum democratico in cui la cittadinanza interessata da questi lavori possa essere chiamata in causa ed esprimersi; se l’espressione popolare dice SÌ, la TAV si fa, in caso contrario si smantella e si va a casa, elegantemente, dimostrando di aver realmente ascoltato il popolo, la base. Ma per arrivare a quell’obiettivo, a quel traguardo, è necessaria la immediata, minuziosa, intransigente devozione di tutti. Una devozione che è amore per la propria comunità, per il paese, per la libertà di essere tutti uguali. E, a un livello superiore, è l’espressione massima della comprensione del significato di “tessuto sociale”. Deve soccombere qualsiasi altra percezione individualista, l’uomo – da animale sociale – non può permettersi errori del genere.

Aggiungo solo che mi viene da sorridere amaramente nel leggere la fattura dei commenti a questo articolo: ci sono utenti che devono far sapere che, quanto letto, è – sarcasticamente – equivalente alla scoperta dell’acqua calda, del nulla cioè.
C’è un problema enorme, sollevato da una persona e… ci fermiamo allo scontro tra tifoserie, ci fermiamo a scrivere che Saviano è qualunquista, fa schifo, eccetera. Non riesco più a stupirmi di una classe dirigente che fa della nostra ignoranza il suo più fido alleato. Si scrive di TAV, di mafia, di criticità legate ad una realizzazione che sta distruggendo l’ambiente circostante e che cosa siamo in grado di rispondere? Scemenze. Anzi, stronzate! Nessuna proposta, niente di empaticamente vicino al problema. Come due serial killer che cercano di apparire l’uno migliore dell’altro agli occhi del giudice, ognuno giustificandosi e dicendo di aver ucciso meno persone dell’altro. Bravi, continuiamo verso il baratro! Qualcuno ricorda i capponi di Renzo? Ne siamo la drammatica realizzazione.

 

Annunci

5 Risposte to “I capponi di Renzo”

  1. ecology23 said

    Harissimo Francesco, hai scritto: “se l’espressione popolare dice Sì, la TAV si fa, in caso contrario si smantella e si va a casa, elegantemente, dimostrando di aver realmente ascoltato il popolo, la base”. Sì, ma tu non sai che hanno cominciato a bucare quella montagna di amianto e di uranio, perciò se lasciano tutto così lasciano comunque il disastro ambientale… Questo è il fatto purtroppo… 😦
    Sì, siamo alla tifoseria su tutto, tifoseria antisportiva, perché l’altra parte la vediamo come il nemico. Per noi nemico è colui che è a favore della TAV ecc. Loro ci vedono come antisviluppisti, Nimby, finti ecologisti, ecc. Purtroppo è quasi patologica la cosa…

    • pedjolo said

      hai ragione paolo, purtroppo è inutile parlare di espressione popolare, perché nessuno la ascolterebbe. anche fosse affermativa e convinta, i lavori sarebbero già avviati.
      e questo avviene, secondo me, per due sostanziali ragioni: voto e forza.
      il primo è responsabilità nostra, come singoli cittadini, che accettiamo il sistema di delega che ormai è fallito miseramente (da tempo).
      il secondo è la polizia, la forza pubblica e legittima (cosiddetta) che siamo incapaci di vedere come dalla parte nostra perché troppe sono state le volte in cui ha passato il limite, ha violentato – nel vero senso della parola – le nostre vite. dovrebbe partire sia da ciascuno di noi il riconoscimento, in quel soggetto e nella sua operatività, di un servizio, di una protezione, di una tutela del diritto; sia, naturalmente, dall’operatore stesso, dal poliziotto, carabiniere, finanziere, militare, che dovrebbe percepire la necessità di difendere la parte giusta e non – come accade – quella che commette ingiustizie. e, aggiungo, perché difende quella parte? perché le dà il pane e ne mantiene i figli. il che, ovvio, è un disegno che è andato completandosi nelle ere storiche, sapientemente ideato dai poteri e dagli stati – e dalle deliranti gerarchie militari – per ricattare giovani e meno giovani chiedendo loro “vuoi morire di fame o arruolarti?”, al fine di creare una massa uniforme di macchine capaci di giustificare la violenza cieca, insensata, verso persone spesso indifese (ed altrettanto disperate), solo perché si tratta di “eseguire gli ordini”.
      mi sono intrippato, spero di aver scritto in maniera chiara. è un concetto che ho a cuore.

  2. ecology23 said

    P.S.: il mio blog non è su blogspot, ma su wordpress… 🙂 Modifica la sezione “Blogger” 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: