metti un pesce con delle idee bislacche…

ecco, sei nella rete con lui

Archive for febbraio 2009

NO VAT 2009

Posted by pedjolo su 26 febbraio 2009

Sabato 14 Febbraio non era soltanto San Valentino, ma anche il giorno scelto da Facciamobreccia (www.facciamobreccia.org) per una manifestazione pacifica, colorata, decisa, voluta per mostrare all’Italia e al Vaticano che persone ed organizzazioni non ci stanno ad essere assoggettate alla chiesa di Roma.

Si chiedevano le stesse cose di sempre, laicità, rispetto delle scelte sessuali, non ingerenza, non toccare l’aborto e le regolamentazioni che gli stanno attorno, una normativa sul testamento biologico, ecc…

L’Arcigay, Facciamobreccia, alcune sigle partitiche, e tanti singoli cittadini hanno sfilato per alcune ore per le strade di Roma, senza provocare danni a cose e/o persone, ma colorando semplicemente la capitale in una grigia giornata invernale.

Io c’ero, e ho stimato potessero essere presenti alcune migliaia di persone, forse una decina.

La Repubblica, un giornale sì vicino ai temi dei diritti civili ma anche amico dei partiti (di centrosinistra, come il PD, dove militano i vari Rutelli, Binetti e altri preti) ha sminuito in questo modo il tutto: il numero di partecipanti è stato largamente approssimato per difetto, e il messaggio che passa con il "dettaglio" dello striscione inneggiante al papa nazista ("Ratzi-nazi") è quello di un corteo composto in buona parte da estremisti e/o gruppi di persone prive di argomentazioni valide oltre lo slogan clamoroso.

Questa è malafede giornalistica. La Repubblica, se mai ci fossero stati dei dubbi, per il sottoscritto ha la credibilità ed affidabilità di un piromane con un fiammifero acceso in mano.

Posted in città del vati-bigottismo, informazione pilotata, manifestazioni, omosessualità | 1 Comment »

GRAZIE BINETTI!

Posted by pedjolo su 9 febbraio 2009

Io non ne vorrei parlare, non vorrei scriverne… ma è più forte di me!!!

 

IL PD……….HA DICHIARATO LUTTO!!!!!

LUTTO?!?!?!? LUTTOOO??????

 

 

SVEGLIA, SVEGLIAAAAAA!

Non vedo LUTTI per i BAMBINI STUPRATI

Non vedo LUTTI per GAZA

Non vedo LUTTI per ISRAELE

Non vedo LUTTI per i MORTI SUL LAVORO

Non vedo LUTTI per il CONGO

Non vedo LUTTI per lo SRI LANKA

Non vedo LUTTI per altre MIGLIAIA DI MALATI TERMINALI

Non vedo LUTTI per le VITTIME DI MAFIA

Non vedo LUTTI per i MIGRANTI

Non vedo LUTTI per i SENZATETTO

Non vedo LUTTI per i CURDI

Non vedo LUTTI per i PESTAGGI FASCISTI

Non vedo LUTTI per le REPRESSIONI RUSSE

Non vedo LUTTI per ANNA POLITOVSKAYA

Non vedo LUTTI per ILARIA ALPI E MIRAN HROVATIN

Non vedo LUTTI per i MALATI DI AIDS IN AFRICA

Non vedo LUTTI per i SOLDATI TRANCIATI

Non vedo LUTTI per le STRAGI DEL SABATO SERA

Non vedo LUTTI per gli OPERATORI RAPITI

Non vedo LUTTI per la MORTE DELL’INFORMAZIONE

Non vedo LUTTI per la FINE DELLO STATO DI DIRITTO

Non vedo LUTTI per il CONFLITTO DI INTERESSI

 

Ringrazio, in quei 5 minuti di orologio in cui ho avuto il coraggio di guardare La7, Paola Binetti. La ringrazio perché mi ha dato nuovi stimoli per non votare MAI E POI MAI il suo partito. Ha sentenziato su questioni, di cui è sicuramente un’intenditrice, con una serie di pensieri così distanti dai miei che mi sono sentito quasi allontanare a forza dallo schermo.

Posted in città del vati-bigottismo, politica, stop | 3 Comments »

Dio c'è.

Posted by pedjolo su 8 febbraio 2009

È bello sapere che ci sono persone come Claudio dell’associazione InfarmaZone capaci di elaborare pensieri del genere e condividerli con tutti:
———————————————————-
———————————————————-

La vicenda di Eluana Englaro, come tutte le vicende nel nostro paese, divide la politica e l’opinione pubblica sulla base di considerazioni che esulano dalla reale percezione e consistenza del problema. La politica usa la vicenda per confrontarsi sul ruolo ed il potere giudiziario cercando di non osteggiare troppo la chiesa ed accaparrarsi meschinamente l’ampio bacino di voti che essa rappresenta. L’opinione pubblica si divide per una innata tendenza italiana a schierarsi in maniera acelebrale su tutto e tutti, (Inter vs Milan, Comunisti vs Fasciti, Guerra vs Pace, Pecorino vs Parmigiano).

Che la vita sia un bene prezioso e come tale debba essere preservato e difeso è innegabile. Quotidianamente anche noi di InfarmaZone, nel nostro piccolo, ci battiamo per difendere il diritto alle cure il diritto alla pace e con essi il diritto alla vita. Nelle nostre battaglie a sostegno di Emergency, Medici Senza Frontiere, Amnesty International tuttavia non ci è mai capitato di avere a fianco i “movimenti per la vita” e tutti gli attivisti che da giorni stazionano davanti alla casa di cura che ospita Eluana.

PERCHÈ?
-nella striscia di
Gaza in soli tre giorni di combattimenti sono morte più di mille persone, 350 delle quali bambini,
-nel tentativo di raggiungere il nostro paese muoiono più di mille
immigrati ogni anno,
-dalla fine della seconda guerra mondiale, più di centomila uomini, donne e ragazzi, sono
morti sul lavoro nel nostro Paese.

DOVE SONO I MOVIMENTI PER LA VITA?
PERCHÈ NON SCENDONO IN PIAZZA A PROTESTARE E RIVENDICARE TUTTE QUESTE VITE INUTILMENTE BRUCIATE?
Viene veramente spontaneo chiederci DOVE STA LA COERENZA DI CHI OGGI (per fini politici o d’immagine) SI ERGE A PALADINO DIFENSORE DELLA VITA?


-Perché
il Vaticano non ha firmato la moratoria contro quei 91 paesi in cui sono previste torture e pena di morte per il “reato” di omosessualità?
-Perché
il premier fece abortire l’allora amante (oggi moglie) Veronica Lario al settimo mese di gravidanza (aborto terapeutico perché il bambino era malformato)?
(leggi l’articolo del Corriere della Sera)

Francamente non mi interessa avere una risposta a queste domande ma credo che tutti, proprio tutti, dovremmo iniziare a mostrare e pretendere coerenza e soprattutto dovremmo lasciare Eluana ed suoi familiari in pace, nel loro dramma e nella difficoltà delle loro decisioni, dovremmo iniziare a rispettare maggiormente la libertà altrui e a pretendere leggi che garantiscano e non privino la nostra. Personalmente non ho alcuna certezza non so assolutamente come mi comporterei se fossi Eluana o Peppino di certo so solo che vorrei essere libero di soddisfare le mie volontà!
Claudio

Stato vegetativo in cifre
—————————
Lo stato vegetativo è provocato da traumi, emorragie o malformazioni del cervello. La parte lesa è soprattutto la corteccia cerebrale, sede delle facoltà superiori (pensiero, coscienza). Da un punto di vista clinico il paziente si presenta come totalmente incosciente; continua però a respirare e ad aprire gli occhi di giorno e a chiuderli la sera. Per continuare a vivere gli basta spesso solo un’alimentazione attraverso un sondino. Secondo la "Multi-Society Task Force on PVS" americana, si può parlare di "stato vegetativo persistente" dopo un mese dall’incidente, e di "stato vegetativo permanente" a 12 mesi dall’incidente. Quest’ultima condizione è praticamente irreversibile. Negli USA ci sono circa 20.000 mila adulti e 10.000 bambini in questo stato. In Italia sono circa 1.500. La maggior parte di questi pazienti muore entro 5 anni dal trauma. Solo 1 su 50.000 sopravvive per più di 15 anni.
(Fonte: ZADIG agenzia giornalismo scientifico)

Posted in città del vati-bigottismo, riflessioni, stop | 8 Comments »

Un altro blog??

Posted by pedjolo su 4 febbraio 2009

Oso creare un altro blog? Oso crearlo sulla piattaforma del mio arcinemico Windows (alias "winzoz")?
Sì.

Posted in Uncategorized | 1 Comment »