metti un pesce con delle idee bislacche…

ecco, sei nella rete con lui

2,5 milioni di motivi per non esserci.

Posted by pedjolo su 29 ottobre 2008

Ecco una delle ragioni, e ce ne sono tante, per cui sabato 25 sono rimasto a imprecare contro la televisione e i giornalisti. Continuano a volerla chiamare opposizione…. puah!

www.peacelink.it/consumo/a/27507.html


*Il governo Berlusconi ha venduto la nostra acqua*
In Italia l’acqua e’ stata privatizzata! La notizia e’ passata nel silenzio piu’ assoluto, ma facendo una ricerca in rete spuntano diverse conferme: il 5 agosto il Parlamento italiano ha votato l’articolo 23 bis del decreto legge numero 112, scritto dal ministro G. Tremonti. Nel comma 1 si afferma che la gestione dei servizi idrici deve essere sottomessa alle regole dell’economia capitalistica.

Scrive Alex Zanotelli sul settimanale Carta: "Cosi’ il governo Berlusconi, con l’assenso dell’opposizione, ha decretato che l’Italia e’ oggi tra i paesi per i quali l’acqua e’ una merce (in mano alle multinazionali). Dopo questi anni di lotta contro la privatizzazione dell’acqua con tanti amici, con comitati locali e regionali, con il Forum e il Contratto Mondiale dell’acqua, queste notizie sono per me un pugno allo stomaco, che mi fa male."

Ci aspetta un futuro di proteste, come gia’ e’ accaduto ad Aprilia, in provincia di Latina. Nel 2005 Acqualatina, (in mano, col 46,5% delle azioni, alla multinazionale Veolia) decide di aumentare le bollette del 300%. 4.000 famiglie iniziano una protesta pacifica rifiutandosi di pagare l’acqua all’azienda privata e versando i soldi al Comune. Ora, pare che Acqualatina abbia iniziato a mandare casa per casa vigilantes e carabinieri a staccare i contatori e chiudere i rubinetti.

"E’ una resistenza eroica e impari questa di Aprilia: la gente si sente abbandonata a se stessa. Non possiamo lasciarli soli!" aggiunge Zanotelli. Parole prese alla lettera dal Parlamento… ora il problema e’ nazionale!!!

(Fonte: Caserta24ore, ne parla anche un articolo di Rosaria Ruffini dal titolo Acqua in bocca: vi abbiamo venduto l’acqua   www.peacelink.it/consumo/a/27507.html)
www.jacopofo.com/berlusconi-tremonti-privatizzazione-acqua

Annunci

2 Risposte to “2,5 milioni di motivi per non esserci.”

  1. anonimo said

    François. Non ho parole. Io non so davvero cosa pensare. Spero che pagheranno. O cancellano quel provvedimento o che brucino tutti all’inferno, dove acqua non ce n’è.
    Non ne ero a conoscenza. Grazie mille.

  2. paol84 said

    Ciao François.
    Ho postato il tuo post, o quasi, sul mio lavoroinitalia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: