metti un pesce con delle idee bislacche…

ecco, sei nella rete con lui

9 Maggio 78.

Posted by pedjolo su 9 maggio 2008

A voi e a quelli come voi, che non si fermano alle sole parole. Grazie per il vostro coraggio.

Aldo Moro
martedì 9 Maggio 1978

ripiegato in un bagagliaio

ucciso dalle
Brigate Rosse
col tacito consenso
del potere

peppino impastato

martedì 9 Maggio 1978

spappolato su una ferrovia

ucciso dalla mafia col tacito consenso del potere

Annunci

16 Risposte to “9 Maggio 78.”

  1. Tiziozep said

    Sarebbe molto interessante indagare le fonti per sapere ‘quale’ sia, o meglio, quali siano, i poteri.
    Peccato che ora si possano fare solamente illazioni, e le illazioni non servono a nessuno.

  2. Il 9 maggio è morta anche Marta Russo all’Università di Roma, non si sa come e non si sa perchè: anche lì, solo una verità di facciata.

  3. paoloborrello said

    Hai fatto benissimo a ricordare soprattutto peppino impastato che dei due rischia di più di essere dimenticato. Io ho scitto un post sul mio blog a lui dedicato. Mi piacerebbe avere un tuo commento.
    Ciao

    http://www.paoloborrello.ilcannocchiale.it

  4. paol84 said

    Condanniamo questi crudi atti di violenza. Fai bene a ricordarlo, e lo devi ricordare anche ai figli, nipoti e pronipoti. Gli atti di violenza vanno sempre condannati e ricordati per sempre.

  5. EverStill said

    già ci sono troppe cose sotto…da sempre il potere elimina chi è scomodo…perchè è bramoso di altro potere e bramoso del dio denaro…buona giornata, buon week end

  6. pedjolo said

    Sfrutto la rabbiosa onda emotiva lasciata in me dal TG1 delle 13.30 per condividere con voi tutti l’indignazione che l’Italia “bene” deve far scattare in ognuno di noi: non una misera parola sull’anniversario dalla morte (per mano mafiosa) di Giuseppe Impastato al telegiornale della prima rete televisiva nazionale. NON UNA PAROLA!! Imbarazzante tutto questo, ancora di più perché il primo (giusto) servizio è stato fatto su un evento accaduto lo stesso giorno di 30 anni fa: il ritrovamento di ALDO MORO, ammazzato dalle Brigate Rosse o, se preferite, da sicari arruolati dalla DC. La stessa DC di Andreotti, che è ancora lì e che forse commissionò, più o meno indirettamente, anche lo spappolamento del corpo di Peppino Impastato a Cinisi.
    Vergognati Italia, perché ti ostini a prostituirti per questi venduti e infami esseri.

  7. PerUnSogno said

    Peppino…in quanti non lo conoscono? Troppi.
    Lascio qui il testo della canzone a lui dedicata scritta dai Modena City Ramblers…

    Un abbraccio a tutti quelli che difendono la libertà e la giustizia affrontando con coraggio tutto quello che ne consegue.
    I Cento Passi (Modena City Ramblers)

    “Sei andato a scuola, sai contare?” “si so contare”
    “E sai camminare?” “so camminare” “E contare e camminare insieme lo sai fare?” “credo di si”
    “Allora forza, conta e cammina.. 1,2,3,4..” “ma dove stiamo andando?” “..conta e cammina..95,96,97,98,99,100..lo sai chi ci abita qui?
    U zu Tano ci abita qui.. cento passi ci sono da casa nostra, cento passi”
    (dal film I Cento Passi di M.T. Giordana sulla storia di Peppino Impastato)

    Nato nella terra dei vespri e degli aranci, tra Cinisi e Palermo parlava alla sua radio..
    Negli occhi si leggeva la voglia di cambiare, la voglia di Giustizia che lo portò a lottare..
    Aveva un cognome ingombrante e rispettato, di certo in quell’ambiente da lui poco onorato..
    Si sa dove si nasce ma non come si muore e non se un’ideale ti porterà dolore..
    “Ma la tua vita adesso puoi cambiare solo se sei disposto a camminare, gridando forte senza aver paura
    contando cento passi lungo la tua strada”..
    Allora.. 1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!

    “Noi ci dobbiamo ribellare” (dal film)

    Poteva come tanti scegliere e partire, invece lui decise di restare..
    Gli amici, la politica, la lotta del partito.. alle elezioni si era candidato..
    Diceva da vicino li avrebbe controllati, ma poi non ebbe tempo perchè venne ammazzato..
    Il nome di suo padre nella notte non è servito, gli amici disperati non l’hanno più trovato..
    “Allora dimmi se tu sai contare, dimmi se sai anche camminare, contare, camminare insieme a cantare
    la storia di Peppino e degli amici siciliani”..
    Allora.. 1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!

    Era la notte buia dello Stato Italiano, quella del nove maggio settantotto..
    La notte di via Caetani, del corpo di Aldo Moro, l’alba dei funerali di uno stato..
    “Allora dimmi se tu sai contare, dimmi se sai anche camminare, contare, camminare insieme a cantare
    la storia di Peppino e degli amici siciliani”..
    Allora.. 1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!

    “E’ solo un mafioso, uno dei tanti”
    “E’ nostro padre” “mio padre, la mia famiglia, il mio paese.. ma io voglio fotter.. mene
    io voglio scrivere che la mafia è una montagna di m.. erda, io voglio urlare!” (dal film)

  8. fagnimat said

    E’ cambiato qualcosa?

  9. iNessuno said

    Con le idee e il coraggio di Peppino noi continuiamo.

  10. pedjolo said

    8 Maggio tutti i giorni. Perché per coloro che credono nelle battaglie come quella di Peppino, non può esistere un giorno della memoria, sterile e ipocrita. Deve esserci continuo impegno: certe idee devono “continuare a camminare sulle nostre gambe”.

  11. giovanotta said

    grazie per il tuo post e il tuo commento
    grazie anche per aver ricordato anche Moro (che del resto è stato sicuramente più ricordato di Peppino)
    un saluto!

  12. paoloborrello said

    Vuoi che ci scambaimo i link dei nostri blog? Fammi sapere.
    Ciao

    http://www.paoloborrello.ilcannocchiale.it

  13. anonimo said

    Complimenti, anche tu gli hai ricordati, perchè il loro ricordo non svanirà in fretta. Contro ogni tipo di terrorismo e di mafia.
    Peace and Love Forever!!!

  14. paol84 said

    Se questa è cultura ed informazione… Hai ragione François! Manco una parola su Impastato. Era più importante Moro. Perché non fanno una fiction anche su Impastato?
    Ma per loro la cultura è “ciò che piace veramente alla gente” (parole della RAI, che quando avevo richiesto di passare un programma culturalmente interessante, loro mi hanno risposto che non potevano passarlo. Dovevano passare “ciò che piace veramente alla gente”, e cioè Incantesimo, L’isola dei famosi, ecc.).
    BASTA! Vogliamo una informazione e una cultura LIBERA, una tv che passi i programmi educativi di giorno o di sera, e non la notte tardi alle due! Perché di mattina c’è L’Isola dei Famosi, o altre porcherie del genere, e programmi strappalacrime, completamente INUTILI, che non si fanno gli affari loro!
    NO AI GIOCHI COME “AFFARI TUOI”, Sì AI PROGRAMMI VERAMENTE EDUCATIVI! Non so cosa ne pensi.
    L’informazione e la memoria PRIMA DI TUTTO.

  15. pedjolo said

    accolgo il sentire comune, espresso perfettamente da Paolo nel commento qui sopra, e lo tramuto nel prossimo post.

  16. serve dire altro?…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: