metti un pesce con delle idee bislacche…

ecco, sei nella rete con lui

Come se niente fosse…

Posted by pedjolo su 12 aprile 2008

Ringrazio Paolo per questo post e aggiungo nel finale una riflessione personale.

amnesty pechino olimpiadi annuncio_luci_210x297La fiamma olimpica corre da un posto all’altro, da una grande città ad un’altra, da una nazione all’altra, senza risparmiarne una. Come se nulla fosse successo… "The show Must Go On" gridava Freddie Mercury, il leader dei Queen. Ed è proprio così… Seguono tutti alla parola questo consiglio di Freddie Mercury, noncuranti di ciò che ci succede attorno…

Non basta la violenza e la repressione in Birmania, adesso la Cina usa violenza anche sul Tibet, che vuole l’indipendenza dalla "terra rossa". Non bastano i monaci che hanno ammazzato, ora si aggiunge violenza su violenza, morte a morte. Ma intanto la fiamma olimpica è sempre accesa, non si ferma mai. E con lei non si spegne né si ferma la violenza e l’odio, la distruzione e la morte.

Intanto tutti si chiedono se dobbiamo boicottare le olimpiadi, e tutte le nazioni si chiedono se debba essere boicottato tutto, e lasciare i sogni degli atleti, costruiti per quattro lunghissimi anni, affogare nel sangue innocente sparso nelle mani di demoni carnefici.

La fiamma olimpica, eppur si muove… Bisogna chiedersi se le olimpiadi siano davvero la risposta alle divisioni tra gli uomini, con l’unione di tanti atleti di tutte le città del mondo che si ritrovano a condividere le stesse emozioni; oppure se rappresentino, come tanti di noi credono, una sorta di menefreghismo degli organizzatori per tutto ciò che succede, nonostante tanti manifestanti muoiano per l’ottenimento di un loro sacrosanto diritto… Se così fosse, allora non ci sarà motivo alcuno di seguire questo bellissimo mese di sport che tutti noi abbiamo atteso per quattro anni…

E intanto la fiamma continua, non si ferma, corre, splende sempre, come se niente fosse…

Recentemente, ho sentito una delle pseduo-interviste che la Rai fa a personaggi dello spettacolo e della letteratura in cui l’intervistato ha detto questo: indignarsi ora, perché ci sono le Olimpiadi e puntare il dito contro la Cina perché ora è di moda interessarsene, è ipocrita.
Ha maledettamente ragione, porca miseria.
Comunque, per quel che mi riguarda, non seguirò le gare olimpiche, anche perché sta calando drasticamente la mia passione sportiva per qualsiasi disciplina, dal calcio al curling. E questo a causa della morte di qualsiasi contatto, da parte di atleti e società, con il mondo reale e con le problematiche sociali che proprio lo sport dovrebbe cercare di affrontare.

Annunci

3 Risposte to “Come se niente fosse…”

  1. kavafis said

    E’ inutile dirlo lo spirito olimpico greco aveva ben altri intenti.
    Lo spirito olimpico contemporaneo ha solo un fine il bussiness, quindi…
    Coraggio!

  2. indignarsi ora, perché ci sono le Olimpiadi e puntare il dito contro la Cina perché ora è di moda interessarsene, è ipocrita

    Verissimo, ma putroppo ormai troppo spesso ci accorgiamo dei problemi solo quando ci rimbalzano davanti agli occhi. Forse non indignarsi più, affatto, è ancora più pericoloso.
    Quello che sarebbe importante è continuare a indignarsi anche dopo, dopo che la fiamma olimpica sarà spenta

  3. paol84 said

    Per me sarebbe meglio rinviare le olimpiadi di un anno e farla in un’altra nazione. Cosa ne pensate?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: