metti un pesce con delle idee bislacche…

ecco, sei nella rete con lui

Tifate l'Itaglia.

Posted by pedjolo su 21 marzo 2008

In fondo, perché boicottare le olimpiadi?
Tifiamo Italia. Ma sì!

Freghiamocene, perché tanto non può cambiare nulla. Perché tanto se uno guarda raidue, cosa vuoi che ne sappia il regime cinese? Prendiamoci una bella bevanda dissetante, noccioline, e mettiamoci comodi in poltrona, a guardare il salto in lungo.
ATLETI ITALIANI CHE ANDRETE A PECHINO: VERGOGNATEVI!
Non è importante se chi vincerà un bronzo o un argento o un oro, avrà partecipato, portando più o meno implicitamente il suo contributo economico, pubblicitario, morale alla causa cinese. Che abbassino la testa i tibetani, violenti premeditatori. E il Dalai Lama, non mi convince, secondo me è una spia.
ATLETI ITALIANI CHE ANDRETE A PECHINO: VERGOGNATEVI!
Non boicottiamo Pechino, glorifichiamoci e sentiamoci più importanti se Montano salirà sul podio. Se Howe volerà lontano, magari grazie alla leggerezza di un Kinder Bueno. Sì perché quella è gente che ce l’ha fatta, che rappresentà l’Italia, che rappresenta la voglia di spiccare il volo di un paese.
ATLETI ITALIANI CHE ANDRETE A PECHINO: VERGOGNATEVI!
E se l’Italia finisce giù giù, nelle seconde metà delle classifiche, poco importa. Potremmo consolarci facendo leva sullo spirito sportivo, sul sano agonismo dimostrato da ogni atleta, di ciascuna nazione.
ATLETI ITALIANI CHE ANDRETE A PECHINO: VERGOGNATEVI!
Essere sportivi vuol dire essere sportivi. Nel senso di fare sport. Punto.
Poi, la sportività viene, raramente, dopo; viene quando due curve si salutano ipocritamente gridando "GA-BRI-E-LE UNO DI NOI !" nel derby calcistico della capitale. Viene quando si fanno i minuti di raccoglimento pensando a tutt’altro. Viene quando si usando termini moderati nei confronti degli avversari, pensando a quanto siano asini rispetto a noi. Viene viene viene, ma non fa mai godere appieno delle potenzialità di questa vasta tradizione della cultura umana.

Forza Ital…azzurri !!
Amnesty Pechino 2008 copertina

Chi non lo avesse ancora fatto, firmi la petizione di Amnesty International contro la repressione in Myanmar clicando qui.

Annunci

9 Risposte to “Tifate l'Itaglia.”

  1. MauroPiadi said

    Dalla tradizione boema i migliori auguri di un buon inizio di primavera!

  2. elenamaria said

  3. EverStill said

    cina medaglia d’oro per la violazione dei diritti umani…buona giornata, buon week end, buone feste^^

  4. anonimo said

    Gli Oh!Rizzonti! Non possono che essere dalla tua parte. Siamo dell’idea che è giustissimo boicottare le olimpiadi fatte da un’orrenda dittatura militare cinese, anche non seguendole da casa.
    Peace and Love for Free Tibet!!!

  5. anonimo said

    ciaoo!!!! sono passato x farti i miei migliori auguri x una pasqua serena e felice!!! ^__^

    Caramon
    Il Paradiso Dei Dannati
    http://paradisodeidannati.blogspot.com

  6. messier said

    no, non credo che siano gli atleti, a doversi vergognare… no, davvero no; naturalmente vengono accesi i riflettori su questo ricatto, che riguarda gli atleti, ma io non ci sto; non devono essere gli atleti italiani a VERGOGNARSI, e chi di noi sposa la linea del ricatto sugli atleti italiani, è un CODARDO..

  7. pedjolo said

    Io credo proprio di sì. E’ il solito discorso che si fa trattando il problema dei soldati e del loro arruolamento; non è il singolo soldato ad essere responsabile di una guerra, di un genocidio, di una violazione (con la forza) dei diritti umani, ma è un dato di fatto che se domani mattina nessuno si arruolasse più e se tutti optassero per una consapevole obiezione di coscienza, non esisterebbe più alcun conflitto armato, o almeno non di dimensioni mastodontiche. Francamente ritengo responsabili gli atleti al pari delle federazioni che li inviano a gareggiare; potranno essere vincolati da qualsiasi tipo di contratto, da cavilli dettati dagli interessi degli sponsor, ma prima di questo DEVONO ESSERE vincolati dal buon senso e dal rispetto per gli altri. Quindi, mi trovo in disaccordo su questa cosa. Sono fermamente convinto che il “mi dispiace, non vorrei, sto solo eseguendo degli ordini” non possa costituire giustificazione per questo tipo di comportamenti. Le persone devono rispettare la loro intelligenza e la loro possibilità di dissentire.

  8. Biodoctor said

    probabilmente, di qeusti presunti sportivi, nessuno ha mai letto la carta olimpica dei principi, ma di sicuro il menù di mcdonald si.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: