metti un pesce con delle idee bislacche…

ecco, sei nella rete con lui

Prostitubusiness.

Posted by pedjolo su 23 novembre 2007

Ringrazio Roberto per avermi concesso di postare questo suo pezzo. Uno scritto crudo e reale, un vero e proprio squarcio di realtà in mezzo all’ipocrita e spesso bigotto sfruttamento della prostituzione.

TERRORI DALL’EST

postato da Roberto Mazzuia (www.robertomazzuia.splinder.com)
alle novembre 13, 2007 08:41 di martedì, 13 novembre 2007


la ragazza intirizzita nella serata ventosa, lasciava intravedere comunque le sue grazie mentre si avvicinava all’auto. mentre si chinava davanti al finestrino aperto aspettava la domanda: "Quanto vuoi?"


la risposta era sempre la stessa, "30 euro", come la domanda seguente: "Cosa mi dai?"


"Bocca figa", rispondeva nel suo italiano stentato.


al gesto di assenso del suo cliente apriva lo sportello e saliva. "Dove andiamo?" si preoccupava il cliente. "Vai dritto, è qui vicino". nel posteggio, altre colleghe erano impegnate a intrattenere altri clienti occasionali. dove il sesso era finito, la luce dell’abitacolo mostrava figure intente in pulizie frettolose a nasconder tracce di quanto avvenuto. "I soldi e poi facciamo, ok?"


"Spogliati", diceva lei stentatamente sorridente mentre sventolava il seno nudo ancora mezzo imbrigliato tra i vestiti. "Di dove sei?", chiese lui a cercare di creare un’atmosfera impossibile di complicità. "Bielorussia", fece lei mentre con maestria addobbava il suo organo della protezione e affondava la testa su quel coso ancora moscio mentre lui seguiva il movimento dei suoi capelli fintamente biondi. "Sto ciucciano un pezzo di gomma, solo un pezzo di gomma", ripeteva lei mentalmente nella sua lingua originale a distaccarsi dallo squallore cui era sottoposta.


"Aspetta", disse lui già pronto all’orgasmo. "Girati". l’ebbrezza di quella pelle candida lo fece vibrare. era bella, avrebbe potuto avere il mondo ai suoi piedi. chissà se arrivava a vent’anni. di certo la pelle era quella acerba di una adolescente pronta a sbocciare…


"tornerò da mamma e faremo festa. le comprerò la sedia motorizzata e finalmente potrà uscire di casa", e immaginava la scena assentandosi dallo stantuffare insistente del cliente che la teneva per i fianchi mugulando e rallentando mentre esplodeva dentro di lei.


quattro mosse rapide di salviette umidificate e fazzoletti di carta per sistemare i pizzi non tolti, mentre lui si preoccupava di eliminare i capelli di lei lasciati sul sedile. nel tragitto del ritorno, due conti per calcolare quanto le mancava da racimolare per avere i soldi per tornare a casa e comprare la sedia alla madre. "Torna presto, sei stato grande", salutò agitando la mano.


mentre lui accennava un saluto sgommando, solo allora, lei notò il seggiolino sul sedile posteriore…


(dedicato alla ragazzina bionda curva su un’auto vista ieri sera nelle anonime campagne tra Como e Varese e finita per caso tra le comparse del mio libro, "La peggiore parte di me")

Annunci

7 Risposte to “Prostitubusiness.”

  1. anonimo said

    Non ci sono parole per tutto questo. Tantissime ragazzine vengono importate dall’est europeo, e se non tornano a casa dello sfruttatore con la mancia, le massacrano di pugni, calci, botte, per poi rispedirle subito in strada per portare la mancia restante. E’ davvero orribile. Non ci sono parole adatte per commentare questo.

  2. sono io che ringrazio te.
    vorrei non rimanessero solo parole…
    ti abbraccio

  3. fagnimat said

    Fra qualche giorno nel mio blog ci sarà un post che avrà bisogno anche della tua attenzione! Ti ringrazio fin da ora! Un sorriso Rosanna

  4. anonimo said

    Vi auguro di cuore di riuscire a raccogliere tutti i 43.000 euro, anche noi in Brianza abbiamo per Natale l’organizzazioni di vari banchetti.
    Complimenti per aver segnalato la campagna dei blogger per il Darfur, mi informo subito.
    Un forte abbraccio…Stefano
    Peace and Love Forever!!!

  5. iNessuno said

    Il nostro Roberto è un grande!!

    ciao, buon fine settimana
    angela

  6. anonimo said

    complimenti davvero x il tema trattato..purtroppo molte di queste ragazze sono delle brave ragazze ma costrette a fare cose immonde..e la cosa + bella ke molti di noi le prendiamo pure in giro quando passiamo loro vicino!
    p.s. a proposito ti dispiace cambiare il codice del mio banner? purtroppo come puoi già vedere non viene visualizzata l’immagine..il nuovo codice lo trovi nell’apposito box nel mio blog!
    grazie e buona serata!
    ciaooooooo!
    Caramon

  7. gheshai said

    Triste storia come tante…Speriamo che qualcuno trovi il coraggio per affrontare seriamente il problema prostituzione. Se le persone che vanno con le prostitute aiutassero ad uscire da questi giri contorti..forse un gran passo si farebbe. Ma visti i tempi che corrono…ho paura che in questi giri arrivino anche le nostre giovani italiane!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: