metti un pesce con delle idee bislacche…

ecco, sei nella rete con lui

254 kmq per…fare luce!

Posted by pedjolo su 26 giugno 2007

Energia a portata di pannello
Notoriamente, sul Sahara ci batte un bel po’ di sole.
Notoriamente, nel Sahara ci sono poche costruzioni o aree naturali da salvaguardare.
Notoriamente, si conoscono tecniche per sfruttare l’energia solare.
Notoriamente, esistono i pannelli solari.
Notoriamente, nel mondo tanta gente specula sul petrolio.
Notoriamente, nel mondo tanta gente muore per il petrolio.

…..
…….
………

Il quadrato a destra fornirebbe energia a 25 paesi europei.
Il quadrato a sinistra…ci vuol poco a capirlo.

Notoriamente, questo non è noto.

www.trec-uk.org.uk/index.htm

Annunci

6 Risposte to “254 kmq per…fare luce!”

  1. dzikr said

    Ciao, grazie x la segnalzione: segui il link qui del mio blog “musica”, c’è un post in tema con lo “spreco”…
    CiaU

  2. andrea1979 said

    Quanto costa portarein UE l’energia elettrica prodotta nel deserto del Sahara?

    Perchè la produzione di energia elettrica del fotovoltaico costa circa 9 cent di euro al KW/h, mentre se viene prodotto dal carbone ne costa 3 di centesimi.

    Se ci dobbiamo mettere sopra anche i costi di trasporto e di costruzione delle infrastrutture mi domando quanto verrà a costare alla fine l’energia elettrica prodotta nel deserto…

    Facciamoci due conti…forse è meglio trovare zone adatte più vicine a noi…in Andalusia mi ricordo distese immense incolte…

  3. Notoriamente siamo dei coglioni che cercano sempre la via più difficile per ottenere le cose (e anche quella dove è più facile avere 20 passaggi, e far lievitare i costi con le conseguenti mazzette…)
    Mah… ma quanto cazzo manca al Giudizio Universale?!?!?

  4. abuso del tuo spazio, pedjolo, perchè mi sento colpito nel vivo e rispondo ad Andrea:
    – attualmente il costo del fotovoltaico è vicino a 3 euro per watt (per inciso, mi sto occupando di alcuni dei più importanti impianti del nord Italia); che poi se venda 7 e più è un altro discorso;
    – quella del deserto è una provocazione; ovvio che se i 254 kmq necessari fossero meglio distribuiti, anzichè concentrati si eviterebbero delle perdite e il trasporto;
    – il fotovoltaico rimane cmq una tecnologia vetusta: altre sono molto più redditizie.
    il punto rimane che non c’è la volontà di perseguire l’indipendenza energetica e non la si vuole da fonti pulite e disponibili

  5. davidormi said

    con questo petrolio non se ne può più…è da quel quadratino che bisogna ripartire….

  6. Notoriamente siamo tutti teste di cazzillo! 😀 Il pianeta qualche giorno esploderà mandandoci tutti in culo!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: