metti un pesce con delle idee bislacche…

ecco, sei nella rete con lui

I magnifici 7 coglioni…

Posted by pedjolo su 2 febbraio 2007

Si potrebbe anche titolare "Episodi di discriminazione quotidiana".
Un chiassoso gruppo di giovani scolari,  7 per la precisione, accomodati in una carrozza del Regionale 3045, diretti a Firenze Santa Maria Novella. Ma non dei più chiassosi. Scherzosi, frizzanti, pronti alla risata, un po’ rumorosi a dirla tutta. Ma non dei più rumorosi.

Firenze Rifredi: una stazione e poi l’arrivo. La vita dei magnifici 7 si incrocia con quello che ha tutta l’aria di essere un uomo di strada. "Barbone", viene volgarmente apostrofato. Sta orinando, dietro a una qualche struttura fatiscente della stazione. L’immagine più che invitare alla libertà storce il naso dei più schizzinosi. E delle più schizzinose; ma esiste una categoria di persone che preferiscono la differita alla diretta. E questa categoria trova alcuni validi rappresentanti nei 7 paladini della ingiustizia. Partono gli "Ohh, che schifo!" "Noo, io non guardo", e contemporaneamente, guarda a volte i paradossi, partono pure i CLICK delle fotocamere dei telefonini.

Sono secondi frenetici, ci vuole un’idea, quell’uomo così irrispettoso dell’etica umana deve essere punito: e allora, chi meglio dei 7 ingiustizieri, decisi a fargliela pagare. Con grande codardia, attendono che il treno sia in movimento, sicuri di non poter essere in alcun modo raggiunti dal cattivo di turno, e con grande coordinazione gridano

"SUDICIOOOO!!!".


Adesso basta. Questo è troppo. Mancare di rispetto alle persone, specie a quelle più disagiate, non è permesso.
La pena scelta è analoga a quella inflitta al "barbone" :  una volta che il treno è fermo e che i 7 sono scesi, mi affaccio io al finestrino e grido loro, di fronte ad un po’ di folla incredula   "Vedo che va di moda far notare alle persone cosa non va bene del loro comportamento, urlandolo dal finestrino. Bene, allora io grido a voi che siete dei maleducati irrispettosi degli altri viaggiatori e della loro volontà di leggere o studiare, o dormire. E vi dovreste vergognare di apostrofare a distanza le persone, con termini offensivi".

Scatta la rissa? Assolutamente no; col classico sogghignare della vittima da orgoglio ferito, il gruppo si ricompatta subito e prende corpo un summit di 100 secondi dalla banchina fino al centro della stazione: le decisioni dell’assemblea mi vengono poi riportate dalla presidente onoraria Miss Coda di Paglia e Culo di Budino, spalleggiata dal segretario generale Neurone Unico. I quali pensano di potermi mostrare quanto avessi palesemente torto in quanto, a loro avviso, non ero informato sui fatti. O, bella questa! Ho concluso nel più semplice dei modi, chiedendo ai mitici eroi della discriminazione di domandarsi perché fossero venuti a rincorrermi per spiegarmi le loro ragioni.

Shalom
Staff di tuttoblog

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: