metti un pesce con delle idee bislacche…

ecco, sei nella rete con lui

Archive for gennaio 2007

Petzione petizione petizione

Posted by pedjolo su 28 gennaio 2007

Ecco una buona idea, cliccare su questo sito:
http://www.avaaz.org/en/global_peace_march/

raccoglie adesioni per una marcia di pacevirtuale! Leggete l’intestazione e firmate anche voi: in questo momento siamo a quota 87.000 firme!

Shalom
Staff di tuttoblog

Posted in iraq, petizioni, politica | 1 Comment »

Caso Welby

Posted by pedjolo su 11 gennaio 2007

Inoltriamo un commento di Susanna, nostra amica e collaboratrice.

Welby e i funerali negati

Ho letto la lettera di SMichela, in cui si parlava di Welby, dell´eutanasia e dei funerali negati.
Penso che Michela si sbagli quando dice che la Chiesa, negando il funerale a Welby ha dato un segno di forza e di rigorosi principi. Purtroppo non hanno perso occasione di strumentalizzare il caso ed hanno colto la palla al balzo: "punirne uno per educarne cento".
Perche´ si negano i funerali ad un uomo che ha, come unica colpa quella di aver sofferto per 40 anni? Perche´ non si nega il funerale ai suicidi? Perche´ uno dei boss della Magliana e´ sepolto in una chiesa?
E´ inutile continuare a fare finta di niente! Il ragazzo che si suicida, in un paesino fa notizia nell´edizione delle 13. Un servizio di 2 o 3 minuti e nessuno si ricorda di lui. Ha commesso un peccato gravissimo (stando a cio´ che ne dice la chiesa cattolica) eppure nessuno gli nega il funerale perche´ negare il funerale ad una persona "normale" vorrebbe dire per il parroco di turno inimarsi un paesino intero, amici, famigliari e parentado vario.
Negare il funerale a Welby, TRAMITE CONFERENZA STAMPA, significa pero´ ben altro! Significa dire a tutta l´Italia, tramite telegiornali: "avete visto cosa succede a non rispettare quello che dice il Papa? Attenti a voi!"
Certo io non mi faccio spaventare da tali affermazioni ma non posso sapere cosa ne pensa mia nonna, o mia zia o qualsiasi persona un po´ piu´ religiosa di me.

da   http://www.corriere.it/corrforum/corriere/ThreadPopup?forumid=11&postid=735312

Shalom
Staff di tuttoblog

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Molestie da cornetta

Posted by pedjolo su 9 gennaio 2007

rompipalleAdesso potete mandare a quel paese (in maniera oltremodo elegante) e dire BASTA a chi vi scassa i maroni. E’ il momento di fermare l’ondata di depravazione che la fa da padrona nelle nostre vite, dobbiamo STOPPARE le
offertecheticambianolavitaperchétuttiregalanoqualcosaconl’asterisco.


Bene. Ci siamo.
La cosa è semplice semplice.
Servono:
-carta e penna
oppure
-computer e stampante

Per chi opta per la vecchia maniera, RICOPIATE IL TESTO SOTTOSTANTE, FATENE TANTI BIGLIETTINI, PONETE UN BIGLIETTO ACCANTO AD OGNI TELEFONO DELLA CASA.
Per chi è più tecnologico, COPIATE ED INCOLLATE IL TESTO SOTTOSTANTE, COPIATELO PIU’ VOLTE IN UNO STESSO DOCUMENTO DI TESTO, STAMPATELO, FATENE DIVERSI BIGLIETTINI, PONETE UN BIGLIETTINO ACCANTO A CIASCUN TELEFONO DI CASA.

Ai sensi della legge 675 del 1996 vi chiedo di cancellare i miei dati e quelli della mia famiglia dalle vostre banche dati e di non ricercarmi in futuro, altrimenti vi denuncerò per il reato di molestie telefoniche che, come saprete, si verifica a partire dalla seconda telefonata ricevuta.

Et voilà, il gioco è fatto.
La legge italiana lo prevede, dalla seconda telefonata effettuata dalla solita azienda si commette reato e l’utente che lo subisce può sporgere denuncia. Ma è più corretto scrivere DEVE sporgere denuncia! Oppure, si può prevenire il tutto MINACCIANDO le aziende già dalla prima sgradita telefonata. Sarà premura della stessa non avere più niente a che fare con voi.

Shalom
Staff di tuttoblog

Posted in stop, telefonia | 2 Comments »

Cosa c'è dietro…

Posted by pedjolo su 2 gennaio 2007

Abbiamo pubblicato questo breve scritto su http://www.Aprileonline.info a proposito di una questione spesso dibattuta riguardante Emergency e la sua "politica"

2 gennaio 2007, 01:26

Salve redazione di Aprileonline;

prima di scrivere informatevi: Gino Strada non è presidente di Emergency. Comunque, a parte questo errore così ricorrente tra chi pretende di sapere e poi impatta banalmente nella sua stessa ignoranza, credo che nelle vostre parole ci sia del vero: il titolo rende bene l’idea di quelli che sono gli obiettivi di Emergency. “Cosa c‘è dietro”…già, c‘è dietro la volontà di rendere alla dignità umana la sua più grande peculiarità: l’universalismo, la globalizzazione, l’inarrestabile espansionismo che troppo spesso dimentichiamo. Ecco cosa c‘è dietro. E guai ad analizzare questi progetti in termini di rapporti costo-efficienza. Guai. Si rischia di perderne l’essenza principale.

Faccio parte di Emergency da 3 anni, e mai potrei essere scontento di aver fatto la scelta di entrarvi. E’ una seconda famiglia per me, quello che facciamo è emozionante, coinvolgente, fa sentire bene. Scambiare sguardi di intesa con altre persone che condividono progetti ed idee, oppure scontrarsi e dibattere con altre, permette di crescere, quotidianamente.

Con questo, sono il primo ad affermare che, semmai un infausto giorno dovessi notare che la “mia” Emergency non è più la stessa e ha perso di vista i suoi obiettivi, denuncerei ogni defezione e lotterei per estirpare il male che si è insediato. E se mi rendessi conto di essere arrivato al limite delle mie forze e capacità, lascerei con rammarico. Non so se questo accadrà, non posso prevedere il tempo che verrà. Ma posso pronosticare ancora tanti accadimenti, tante battaglie e tante sconfitte, tanti progetti e tante vittorie, col solito immutato spirito di speranza di poter debellare il tumore della guerra.

Grazie,
Francois Pesce

Posted in emergency, riflessioni | 1 Comment »